Archivi tag: Manchester City

Everton, vittoria da Leon!

Leon_Osman

Premier League – Goodison Park, Liverpool, 16 marzo 2013

Everton – Manchester City : 2 – 0

MARCATORI : Osman 32′; Jelavic 93′

SPETTATORI : 36, 519

Video: gli highlights di EFC-ManCity

 

I Bues superano i l City: su Goodison torna il sereno

I Blues superano il City: su Goodison torna il sereno

Contrassegnato da tag ,

Atto di forza

felli_against_manc

Un ottimo Everton impone il pareggio casalingo ai Campioni d’Inghilterra. Al gol del solito Fellaini replica Tevez su rigore. Per i Blues segnali molto confortanti ma quello di oggi è il settimo pareggio nelle ultime 9 giornate.

Aveva ragione Arsene Wenger quando, dopo il match di tre giorni fa, dichiarò quanto fosse immarcarbile uno come Fellaini al top della forma. Dopo una prima mezz’ora di studio, dove gli ospiti gestiscono con autorità il possesso palla, il fuoriclasse belga decide di rompere gli indugi e spezzare l’equilibrio del match: da un cross dalla trequarti di Baines (recuperato all’ultimo da Moyes) Felli sovrasta Zabaleta chiamando Hart al miracolo, ma sulla ribattuta nè il difensore spagnolo nè il portiere Inglese possono fare nulla e per gli oltre 3,000 Toffees giunti dalla vicina e rivale Liverpool è il delirio. A questo punto i Citizens si svegliano è provano a imbastire azioni pericolose e con un bolide di Tevez sfiorano il pari ma Howard fa buona guardia deviando in angolo. Ma dal seguente corner nasce la mischia che porta l’arbitro Probert a decretare il rigore. Fellaini e Kompany si strattonano reciprocamente; l’ultima, veniale, trattenuta è dell’Evertoniano, Kompany cade e il resto vien da sé. Sul dischetto si presenta Tevez che trasforma con un tiro centrale. Siamo ormai al 45′ e il direttore di gara manda tutti negli spogliatoi.

Nella ripresa chi auspica un assalto all’arma bianca da parte dei padroni di casa rimane deluso. L’Everton chiude bene ogni spazio (ottimi Gibson e Jagielka) subendo poco o nulla. Al 73′ Oviedo sostituisce Naismith per dare più spinta alle ripartenze mentre Mancini manda in campo Balotelli per cercare il colpaccio. Che non riesce. Il match termina 1-1.

Da quando il Manchester City è stato acquistato dagli arabi, nessuna squadra al mondo li ha messi in difficoltà come l’Everton; in sette confronti diretti: una vittoria, un pareggio e cinque sconfitte. Cuore e orgoglio non sono merce che  si trovano sul mercato.

Premier League – City of Manchester Stadium, 1° dicembre 2012

Manchester City – Everton : 1 – 1

MARCATORI : Fellaini 33′; Tevez (rig.) 43′.

SPETTATORI : 47,386

Video: ManCity-Everton: 0-1

Video: ManCity-Everton: 1-1

Contrassegnato da tag ,

Ciò che è creato dallo spirito ha più forza dei quattrini

 

Per una notte Goodison Park ha respirato il profumo di un Everton antico, romantico, come da tempo non respirava. Una notte epica per il popolo del Merseyside spesso costretto a vivere le inquietudini della squadra che sono un po’  le inquietudini della vita. Come quelle dell’uomo che questa sera ha invaso il campo durante lo svolgimento della gara ammanettandosi intorno a un palo di una delle due porte di calcio di Goodison Park per sensibilizzare l’opinione pubblica circa le condizioni di lavoro inacettabili con le quali una compagnia aerea, la Ryanair, sottopone i dipendenti. Ma è anche una serata che insegna quanto sia fondamentale la forza di volontà, una forza  superiore a tutto, anche, come in questo caso, all’opulenza del denaro.

Non sappiamo se Moyes abbia letto Nietzsche, ma l’Everton che presenta è una squadra da battaglia, determinata a non cedere di fronte ad avversari più quotati. E anche le numerose assenza che segnano l’undici iniziale vengono cancellate dai sostituti con prestazioni da brividi. Hibbert centrale difensivo al posto dell’infortunato Jagielka è una cosa da non credere. Ma ancora più sbalorditiva è la prestazione che il biondo di Liverpool fornisce, cancellando dal campo chiunque capitasse dalle sue parti. Gibson al posto di Rodwell risulta addirittura il match-winner. Per lui, che ha passato sette anni allo United, il match contro i Citizens è un derby postumo. Nel suo destro che s’infila alle spalle di Hart c’è rabbia e orgoglio e nell’esultanza tutta la gioia di far parte di questa nuova avventura. Ma sarebbe limitativo definire semplicemente agonistica la prestazione dei Blues. L’azione del gol, ad esempio, è una sintesi perfetta di grinta, velocità, tecnica e intelligenza. Fellaini sradica dai piedi di Dzeko un pallone importante e verticalizza immediatamente per Drenthe che, palla al piede, parte come un eurostar togliendo al ManCity ogni possibilità di recupero. Arrivato al limite dell’area, Ricky, allarga sulla sinistra per l’accorrente Baines che calibra un cross perfetto per Donovan il quale, non calcia il pallone verso la porta, ma, saggiamente, lo appoggia centralmente per Gibson che trafigge Hart. Un’azione da manuale. Chapeau. Siamo al 60′ ed è il gol che deciderà l’incontro. L’Everton sveste il camice bianco e torna a indossare la tuta blu e per i multimilionari è notte fonda.

Premier League, Goodison Park, Merseyside,  31 gennaio 2012

EVERTON – Manchester City  : 1 – 0

MARCATORI : Gibson al 60′

SPETTATORI : 29,856

Video: il gol con cui Gibson ha steso il City

Contrassegnato da tag ,
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: