Archivi tag: Aston Villa

Wonder Felli riagguanta i Villans

Britain Soccer Premier League

The last hero, Marouane Fellaini, riacciuffa l’Aston Villa avanti di due gol. Una buona prestazione quella offerta dai ragazzi di Moyes che hanno però palesato inquietanti lacune difensive, soprattutto nella conformazione di John Heitinga, oggi un vero e proprio fattore negativo per l’Everton.

Moyes, vista la contemporanea indisponibilità di Hibbert e Coleman, ripropone Jagielka a destra con Heitinga messo al centro della difesa. Gibson si riprende il suo posto a centrocampo mentre d’avanti fiducia in Anichebe. Passano 117 secondi e Heitinga si fa sverniciare da Benteke che realizza il gol del vantaggio esterno. Impressionate la differenza di velocità tra l’attaccante dei Villans e il difensore dei Toffees. Subìto il gol a freddo l’Everton si riorganizza e trova il pari al 21′ con Anichebe che vince il duello tutto fisico con Clark e trafigge Guzan. Neanche il tempo di esultare e i Brummies passano di nuovo: cross dalla destra di Westwood e colpo di testa vincente di Agbonlahor che lascia sul posto un Heitinga in versione palo della luce. Sul risultato di 1-2 si chiude la prima frazione di gioco.

La ripresa vede i Blues cingere d’assalto l’area avversaria. Il gol è nell’aria e difatti arriva, ma nella porta che non t’aspetti. Perfetto cross dalla trequarti di Lowton per Benteke che brucia l’imbarazzante Heitinga e porta i suoi sul doppio vantaggio. L’aria della Mersey sembra far bene all’Aston Villa: l’ultima vittoria esterna della squadra di Lambert avvenne proprio nelle immediate vicinanze di Goodison Park, un 1-3 che tramortì Anfield. Ma la metà Blu di Liverpool è di pasta dura e non si da per vinta. Fellaini s’incunea bene in area e con un destro chirurgico accorcia le distanze. Mancano 20 minuti e tutto è ancora possibile. L’Everton colleziona corner a ripetizione (saranno 13 alla fine) e sull’ultimo di questi Fellaini inzucca il 3-3 al 93′. Goodison è una bolgia, l’Aston Villa è frastornata e al quinto minuto di recupero, ancora Fellaini, ha sul piede la palla dell’incredibile sorpasso, ma Guzan fa il miracolo. Meglio così, fosse entrata si sarebbe dovuto costruire un nuovo stadio.

Premier League – Goodison Park, Liverpool, 2 febbario 2013

Everton – Aston Villa : 3 – 3

MARCATORI : Benteke 2′ e 61′; Anichebe 21′; Agbonlahor 24′; Fellaini 69′ e 93′.

SPETTATORI : 38,121

Video: i gol di EFC-AstonVilla

Annunci
Contrassegnato da tag ,

Everton, tris e applausi

Un Everton concreto e spettacolare chiude i conti già nel primo tempo. I ragazzi di Moyes, noti per  le partenze  al rallentatore, dimostrano in queste prime giornate uno stato di forma invidiabile e, dopo il Manchester United, schiantano l’Aston Villa a domicilio. Nel finale esordio per il neoacquisto Mirallas.

Per il match più antico e disputato che offre il massimo campionato Inglese, Moyes presenta Naismith come partner d’attacco di Jelavic irrobustendo il centrocampo con la coppia. Fellaini-Gibson. E difatti l’Everton s’impossessa subito della metà campo avversaria e dopo soli 152 secondi è già in gol. Triangolazione tutta di prima Osman-Naismith-Pienaar e gran destro a giro del sudafricano con palla sotto l’incrocio per il boato dei 3,000 Toffees assiepati sulle tribune del Villa Park. Il gran gol di Peanuts, però, non sazia gli ospiti che per tutto il primo tempo dettano legge. Un minuto dopo la mezz’ora arriva puntale il raddoppio: perfetto cross dalla destra di Jagielka e inzuccata vincente di Fellaini, sempre più leader della squadra. I padroni di casa sono in totale balia degli avversari e un minuto prima dell’intervallo vengono trafitti ancora. Fuga sulla sinistra di Baines e cross rasoterra per l’accorrente Jelavic che con un destro di prima intenzione batte Given per la terza volta. Il primo tempo si chiude quì, mentre il match muore definitivamente al 58′ quando Clark sgambetta Jelavic lanciato a rete: rosso diretto. Una volta rimasti in superiorità numerica i Blues tirano i remi in barca e Moyes può far esordire in tutta tranquillità Kevin Mirallas. A un quarto d’ora dalla fine giunge il gol della bandiera di El Ahamadì, improvviso, visto come il buon Howard si lascia sorprendere. L’incontro non ha più nulla da dire e l’Everton può riscuotere i meritati applausi del Villa Park. Avanti così.

 

Premier League – Villa Park, Birmingham, 25 agosto, 2012

Aston Villa – Everton : 1 – 3

MARCATORI: Pienaar 3′; Fellaini 31′; Jelavic 44′; El Ahmadi 75′.

SPETTATORI : 36,565

Video: i gol A.Villa-Everton

Contrassegnato da tag ,

Vic riagguanta il Villa

 

E’ ancora Anichebe a salvare l’Everton da pericolose sabbie mobili in cui  si stava imbattendo, e ancora entrando in campo dalla panchina. A West Bromwich, nel giorno di Capodanno, un suo gol a tre minuti dalla fine decise l’incontro in favore dei Toffees; ieri pomeriggio ha permesso ai suoi compagni di non uscire sconfitti dal difficile terreno del Villa Park. Una sconfitta che avrebbe potuto avere serie ripercussioni a livello psicologico per il Club di Goodison.

L’Everton scende a Birmingham privo della coppia centrale difensiva titolare: Jagielka fuori per due mesi e Distin per due settimane. Ma può schierare il nuovo acquisto Gibson, centrocampista appena giunto da Manchester, sponda United. La partita è piacevole e le due squadre non lesinano a concludere verso la porta avversaria. Nelle prime battute di gioco è una punizione di Petrov a impegnare Howard, poi sale in cattedra l’estremo difensore dei Villans, Given: prima vola a deviare un colpo di testa in torsione di Saha e poi si supera su un tentativo di autogol di Warnock. Prima della fine del tempo è Agbonlahor a chiamare ancora in causa il portiere statunitense dei Blues. Si conclude un primo tempo dove la formazione ospite, forse, avrebbe meritato il vantaggio. Strigliato da McLeish nell’intervallo, l’Aston Villa si ripresenta in campo con un altro volto e comprime l’Everton nella sua metà campo. I Toffees hanno la colpa di arretrare troppo il proprio baricentro concedendo intere porzioni di campo ai padroni di casa che difatti passano dopo 11 minuti. Cross di Albrighton dalla destra; la palla, spizzata di testa da Ireland, giunge in qualche modo a Bent che dal limite dell’area piccola fulmina Neville e Howard. I Merseysiders accusano il colpo e pochi minuti dopo è ancora Bent a sfiorare il raddoppio con un colpo di testa su cross di Ireland, ma questa volta Howard si oppone. Moyes vede un po’ di stanchezza in alcuni suoi uomini, dopo che mercoledì hanno giocato novanta minuti contro il Tottenham, e decide per un cambio che si rivelerà vincente: Anichebe per Drenthe. Passano 8 minuti ed è proprio Big Vic, imbeccato in modo sublime da Donovan, a siglare la rete del pari. Da questo momento in avanti il match non avrà più molto da offrire. L’Everton è riuscito a segnare nel momento migliore dei Villans, ma il pareggio è assolutamente meritato. Da 6,5 la prova di Darron Gibson: molto bene nel primo tempo dove le azioni dei Blues passavano spesso dai suoi piedi, un po’ in calando nel secondo tempo. Ma avrà modo di mettere minuti nelle gambe, già dal prossimo impegno casalingo contro il Blackburn. Un altro appuntamento da non fallire.

Premier League – Villa Park, Birmingham, 14 gennaio 2012

Aston Villa – EVERTON : 1 – 1

SPETTATORI : 31,853

MARCATORI : Bent 56′; Anichebe 69′.

Video: gli highlights di AstonVilla-Everton

Contrassegnato da tag ,
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: