Archivi tag: Arsenal

Everton e Arsenal, pari e patta

L’Everton infila il sesto pareggio nelle ultime 8 giornate e vede allontanarsi sempre più il treno che porta nel paradiso dorato della Champions League.

L’ultima vittoria casalinga contro l’Arsenal risale al marzo 2007. Allora fu un gol di Andy Johnson al 90′ ascaldare i cuori degli Evertonians al termine di una serata fredda. Da quel momento solo pareggi e sconfitte, alcune anche pesanti. Per sfatare questo tabu Moyes ritrova Gibson, in campo dopo il lungo infortunio e Fellaini, rientrato dopo il turno di squalifica. C’è anche Hibbert, che riprende il suo posto di right-back. Ma la partenza è choccante: dopo soli 52 secondi Teo Walcott si presenta in area e con un lob liftato (forse deviato anche da Hibbo) batte Howard. Sembra di assistere al classico film già visto contro l’Arsenal e tra i 40 mila di Goodison Park serpeggiano i fantasmi del 2009. Ma qeusto Everton ha il merito di non decomporsi e reagisce prontamente schiacciando gli ospiti nella loro metà campo fino a trovare il pareggio al minuto 27 quando un chirurgico sinistro di Fellaini s’insacca alle spalle di Sczcesny. Al 40′ Jelavic è abile a procurarsi una grande occasione ma poi sciupa tutto calciando il pallone nella Park End.

La ripresa vede i Gunners tenere costantemente il pallino del gioco ma le occasioni migliori capitano ai Blues: al 56′ un miracolo di Sczcesny nega la gioia del gol a Distin mentre sei minuti dopo è l’arbitro Oliver a salvare i londinesi negando un rigore a Pienaar trattenuto affettuosamente in area dall’amico Arteta. L’ultima occasione capita sulla testa di Giroud, ma la sua girata termina di poco a lato. Negli ultimi minuti le due squadre pensano a non farsi male reciprocamente e l’idea di un gol al 90′  a scaldare il cuore degli Evertonians viene presto accantonata. La serata rimane solo fredda.

Premier League – Goodison Park, Liverpool, 28 novembre 2012

Everton – Arsenal : 1 – 1

MARCATORI : Walcott 1′; Fellaini 27′.

SPETTATORI : 37,141

http://video.gazzetta.it/everton–arsenal-1-1/130807

Contrassegnato da tag ,

Poche idee ma confuse

Dopo due mesi e mezzo l’Everton torna a perdere una partita a Goodison Park. Ad espugnare la Grand Old Lady è l’Arsenal che passa grazie a un gol di Vermaelen nei primi minuti di gioco. Opaca la prestazione dei Blues mai realmente pericolosi nell’arco del match. Annullato un gol regolare a Drenthe.

Moyes recupera Pienaar dopo che ha saltato per il “cup-tied” il match contro il Sunderland, mentre Hibbert prende il posto di Neville. Prima del match i giocatori di entrambe le squadre hanno indossato una maglia in sostegno di Fabrice Muamba, mentre molto calorosa è stata l’accoglienza del pubblico nei confronti dell’ex Arteta. La partenza dell’Everton è da incubo. Al 5′ Ramsey si divora un gol calciando fuori da ottima posizione, ma tre minuti dopo è Vermaelen, con un perfetto colpo di testa, a portare in vantaggio i suoi. L’Everton è in bambola e, 60 secondi dopo, Van Persie spreca il match-ball. Passata la buriana i padroni di casa provano a mettere la testa al di là della propria metà campo, ma le occasioni latitano. Alla mezz’ora però arriva il fattaccio. Splendida combinazione Fellaini-Jelavic-Cahill-Drenthe, col giocatore olandese che si presenta solo davanti a “Scesny” e lo trafigge per quello che è il pareggio dell’Everton ma il guardalinee segnala un fuorigioco inesistente: il replay mostra come la posizione di Drenthe sia regolare di oltre un metro! A nulla servono le proteste della panchina Evertoniana, il gol è annullato. Il primo tempo si chiude così con l’Arsenal meritatamente, ma ingiustamente, in vantaggio. La ripresa vede un Everton più combattivo anche se la qualità delle azioni è scadente. Difatti sono i Gunners a rendersi maggiormente pericolosi in contropiede con Van Persie che a metà secondo tempo coglie il palo con un tiro al volo. I Toffees iniziano a lanciare palloni in area dalla trequarti nella speranza dell’episodio favorevole, ma non è periodo. Così come tardive risultano le sostituzioni operate da Moyes, con Straqualursi, abile nel gioco aereo, che addirittura entra all’88’ al posto di un ormai inutile Cahill. Dopo quattro minuti di recupero l’arbitro decreta la fine dell’incontro. L’Everton perde la sua seconda partita consecutiva in campionato e sabato sconfinerà in Galles per affrontare lo Swansea.

Premier League – Goodison Park, Merseyside, 21 marzo 2012

EVERTON – Arsenal : 0 – 1

MARCATORI : Vermaelen all’ 8′.

SPETTATORI : 31,330

Video: gli highlights di Everton-Arsenal

Contrassegnato da tag ,

Sconfitti a Londra

E’ un capolavoro balistico di Rob Van Persie a venti ninuti dalla fine a negare all’Everton la soddisfazione di uscire imbattuto dall’Emirates Stadium. Per i ragazzi di Moyes è la seconda sconfitta consecutiva, la settima nelle ultime dieci partite di Premier League.

Clima di grande festa all’Emirates Stadium per il 125° anniversario dell’Arsenal. Presenti tutti i campioni del recente passato: da Tony Adams a Ian Wright fino ad arrivare a Thierry Henry. Ma l’Everton non ci sta a recitare il ruolo della vittima sacrificale e dà battaglia ai Gunners che faticano per tutto il primo tempo a trovare la via del gol. Nonostante la costante proiezione offensiva, è solo nel finale della prima metà di gioco che i padroni di casa sfiorano il vantaggio con Aaron Ramsey che chiama Howard a un difficile intervento, mentre la produzione in fase d’attacco da parte dei Toffees è pressochè nulla a tal punto che l’unico spavento che corrono i tifosi dell’Arsenal riguarda una maldestra caduta di Theo Walcott. Ma il calciatore, dopo essere rimasto qualche istante a terra, riprende a giocare regolarmente.

Così il match sembra incanalarsi verso una salomonica spartizione della posta quando Robin Van Persie decide di prendersi tutto il bottino. Sul millimetrico lancio di Alex Song il fuoriclasse olandese si esibisce in una volée incrociata di rara precisione infilando la palla nell’angolino basso alla sinistra di Howard. Un gesto tecnico straordinario. Chapeau. Per la formazione del North London la partita è in ghiaccio. L’Everton, che perde pure l’unica punta a disposizione, Saha, già in precarie condizioni fisiche, fa esordire il giovanissimo Conor McAleny, scouser purosangue. Ed è il giovane prodotto dell’Academy a sfiorare il clamoroso pareggio al 90′ con tiro che lambisce la traversa. Webb decreta la fine delle ostilità e i Gunners possono proseguire la festa di giornata. La squadra di Moyes, dal canto suo, torna nel Merseyside confortata da una discreta prestazione ma con un margine sempre più ridotto sulle terz’ultime della classe e sapendo di non poter più fallire, a cominciare dalla la sfida di sabato prossimo contro il Norwich City.

Premier League – Emirates Stadium, Londra, 10 dicembre 2011

Arsenal – EVERTON : 1 – 0

MARCATORI : Van Persie al 70′

SPETTATORI : 60,062

Video: il gol di Van Persie

Contrassegnato da tag ,
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: