Una Coppa mai amata

di Bura.efc1970

Finisce al secondo turno l’avventura dell’Everton in Coppa di Lega. A Ellan Road Moyes decide per il  turn-over, così, rispetto alla partita di campionato di sabato scorso contro lo Swansea, ci sono cinque cambi. Da sottolineare il debutto dal primo minuto per Francisco Junior a centrocampo e per Oviedo come esterno difensivo sinistro.

Si capisce subito che sarà una serata difficile non solo per la squadra ma anche per i 5,000 supporters al seguito dei Toffees. Al 4′ un passaggio di  Naismith  a centrocampo per Junior viene intercettato da White il quale si invola verso la porta difesa da Mucha senza trovare nessuna resistenza, prima da Junior poi da Fellaini e infine da Distin. Per il mediano del Leeds è un gioco da ragazzi battere l’estremo difensore. Ci si aspetta una reazione dai ragazzi di Moyes, ma per tutto il primo tempo non c’è la minima sensazione di vedere in campo l’Everton del campionato. La fascia sinistra, con Gueye e Oviedo, raramente trova l’intesa e gli spazi giusti; a centrocampo il giovanissimo Junior è surclassato fisicamente e tatticamente dagli uomini di Warnock che costringono Fellaini agli straordinari. Anche in fascia destra la coppia Naismith-Coleman non creano mai sovrapposizioni che possano impensierire la difesa del Leeds, così nel primo tempo c’è da registrare solo l’intervento decisivo di Mucha su un colpo di testa di Becchio e il rinvio sulla linea di porta da parte di Naismith.

Nella ripresa Moyes effettua subito 2 sostituzioni, dentro Pienaar e Neville al posto di Junior e Gueye. Piano piano l’Everton inizia a prendere possesso della partita e l’occasione più clamorosa c’è l’ha sulla testa Naismith che solo davanti a Ashdown manda il pallone a lato della porta. Moyes gioca al 65′ la carta Jelavic ma al 70′ arriva la doccia fredda. Su un calcio d’angolo battuto da Diouf, Austin trova l’angolino giusto in mezzo a decine di gambe per firmare il 2 a 0. L’Everton si getta in avanti con orgoglio ma senza tante idee, ma trova comunque all’81’ il goal con Distin, bravo a indirizzare di testa sotto l’incrocio  la rete che riaccende le speranze di tutto il popolo Blue. L’Everton ora ci crede. Le ultime emozioni le procurano Jelavic con un colpo di testa e Fellaini con un tiro da fuori area deviato dal braccio di Pearce, non giudicato da rigore dall’arbitro Mason.

Si esce dalla Coppa di Lega a testa bassa ,dove errori di formazione, gestione e prestazione portano via la prima competizione della stagione. Se si vuole tornare in Europa, la partita di questa sera deve far riflettere molto e tutti noi aspettiamo già sabato prossimo contro il Southampton il giusto segnale.

League Cup – Elland Road, Leeds, 25 settembre 2012

Leeds United – Everton : 2 – 1

MARCATORI : White 4′; Austin 70′; Distin 81′.

SPETTATORI : 21,164

Annunci
Contrassegnato da tag ,

8 thoughts on “Una Coppa mai amata

  1. ghi2004 ha detto:

    Se per errori di formazione s’intende che Junior, Oviedo e Naismith hanno fatto male vuol dire che ancora non c’è il giusto amalgama tra i nuovi e i vecchi della squadra.
    Spero per il giovane Portoghese si tratti di un debutto dove l’emozione ha giocato un ruolo determinante, altrimenti sarebbe l’ennesimo tentativo andato male del nostro allenatore di trovare un alternativa giovane a poco prezzo.
    Morale, c’è ancora da lavorare e tanto per il prosieguo della stagione.

    COYB!!

    Da

  2. dea ha detto:

    bura hai ragione ce da meditare(bell articolo)ieri e’ andato in onda un film dell ‘orrore calcistico con delle seconde linee svuotate(invece che grintose x rubare il posto eventualmente)e con un tecnico che piu volte ha dato l idea di non sapere piu che pesci pigliare dopo aver dato forse troppo spazio a un ampio turn over(visto la pochezza della riserve).il tutto condito da un primo tempo ingurdabile e da un secondo che coi cambi si e’ riprovato ad aggiustare senza risultato.x quanto mi riguarda e’ un peccato so che qualcuno non ama questa coppa (pero e’ un pass x l’europa)e si puntera’(forse,credo,spero) a f.a cup(?) e campionato(?) ma perdere subito una competizione che comunque conta e’ un peccato,poi a me le coppe piacciono parecchio x il fascino che imprimono dove non sempre la piu forte vince(non come il campionato)……livercul merda(ma verita x i 96…ultra liberi sempre)……da sempre e x sempre forza everton

    deatoffees

    • muttley74 ha detto:

      Dea, il titolo del post vuole solo testimoniare lo scarso feeling che l’Everton ha sempre avuto con questa competizione, mai vinta, nemmeno negli anni d’oro in cui si vincevano trofei ben più prestigiosi. Nessuna allusione a opinioni personali.

  3. dea ha detto:

    non capisco????!!!! non era nessuna allusione personale ti assicuro,non uso sti mezzi se penso una cosa la dico direttamente ti assicuo a chiunque.una abbraccio….livecul merda……da sempre e x sempre forza everton

    deatoffees

  4. Anonimo ha detto:

    Ciao ragazzi e un particolare un saluto a Dea. Dal mio punto di vista questa competizione l’avrei già abolita da parecchi anni, praticamente viene sempre snobbata e prende un pò di importanza verso le semifinali e cioè a metà stagione visto che la vincente guadagna un posto in europa con la possibilità di salvare una stagione deludente.
    Per quello che riguarda l’everton sono d’accordo con moyes nel turn-over ma nella giusta maniera visto la rosa che abbiamo. Mandare in campo Junior che non ha mai fatto nemmeno un secondo in panchina e soprattutto con una squadra in gran parte rivoluzionata mi è sembrata azzardata. Probabilmente avrebbe fatto la sua parte se gli 11 di partenza erano quelli di campionato. Sicuramente ha fatto esperienza e ha capito la differenza tra riserve e prima squadra.
    Coleman non ha ancora la mentalità difensiva ed è un pericolo per tutti in copertura( ne ha da imparare da Hibbert).
    Oviedo e Gueye non ci si poteva attendere tanto manca ancora l’intesa oltre la personalità, anche per loro se c’era un partner tra baines e pienaar probabilmente avrebbero fatto meglio.Poi siamo scesi con la testa da un’altra parte, vedere il primo goal .Potrei continuare ma mi fermo qui.Ne avrei con tanti giocatori, ma come ho detto prima in campo ci si va prima con la testa e poi con gambe cosa che ieri non è stata fatta. Pensiamo al campionato.

    P.S. Giustizia e Verità sono sacre e penso che l’Everton lo ha dimostrato verso i “cugini” e per questo ne sono fiero e contento , ma qualcuno non può piangere sapendo che per molti anni era lui il cattivo fuori e dentro negli stadi e vantarsi di essere Hooligans.

    bura.efc1970

  5. dea ha detto:

    credo che la storia(parlo solo di questo caso specifico non di altri scontri fatti dagli rs) dei 96 bura abbia un risvolto diverso sia x gli hooligans che x i tifosi normali,se uno e’ un ultra vero o un hooligan delle firm non si lamentera’ mai di uno scontro avvenuto lealmente con una tifoseria avversaria,pero’ in quel caso i 96 sono morti x evidente incapacita di organizzazione dell evento e di un assurda decisione della polizia prima di aprire a tutti i cancelli soffocando chi era gia in curva e poi di non favorire il deflusso quando si era capito dello schiacciamento dei corpi,in piu i ritardi di soccorso ecc…tu sei o sei stato un ultra’ di una tifoseria che ovviamente non amo ma ammiro sono sicuro che che hai capito il discorso….sono stato anni in curva le ho prese e le ho date(senza mai andare a piangere da nessuno) pero ad esempio in trasferta quando la celere ti picchia x un cazzo i coglioni mi giravano parecchio.poi sicuramente tu conosci i veri risvolti della tifoseria blue e rs quindi non parli mai a vanvera e x questo orgoglio di esserti amico…liberta’ x gli ultra veri

    deatoffees.

  6. Anonimo ha detto:

    Ciao Dea concordo con te che quella tragedia è stata tremenda per il numero di vittime e per come è successa.Anche perchè ci rimettono quasi sempre i più deboli e i veri appassionati del football.Non dovrebbero mai accadere queste cose in qualsiasi sport.Il mio è stato uno sfogo nel vedere in questo anniversario così tanto clamore come non mai e nel leggere e sentire “persone” nell’acclamare giustizia ( cosa assolutamente giustissima)
    ma che vedono solo quando passano dalla ragione e non vedono mai il torto che hanno fatto agl’altri.
    L’Esempio è semplice senza andare nella tifoseria dei Reds che sarebbe ovvio.Io “simpatizzo” il giusto niente di più per l’Hellas perchè è la squadra della mia città, ma non mi rispecchio per niente nei modi nei cori e tutto quello che fa e che ha fatto nel passato la Curva Sud veronese. Andare allo stadio , menare, magari con la sciarpa del liverpool o del west ham e cantare heysel e dopo lamentarsi perchè le prendi o per la tragedia allora no. Parlo da vero tifoso che quelle poche volte che sono andato allo stadio incito la squadra posso mandare in culo l’altra ma niente di più.
    Ho un fratello che è nella polizia e che in passato ha fatto moltissimi servizi allo stadio non solo a verona.
    Sentire i racconti di molte volte che ha avuto fortuna a tornare a casa sano perchè assaltato da teppisti mi stava parecchio sui coglioni. Il football è sport l’Everton è FEDE e bisogna viverlo nella maniera giusta da tifosi veri come dici tu.Ciao Amico. Questa volta tocca a me dire livercul merda………… rossi di merda………….

    bura.efc1970

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: