L’immenso cuore blu batte ancora!

La domanda che in queste ore frulla vorticosamente nella testa di milioni di Toffees sparsi per il mondo è: cosa sarebbe successo se a Wembley avessimo giocato così? E’ una domanda legittima ma che non otterrà mai risposta. Non esiste la controprova, ma c’è, ed è concreta, la sensazione che una finale di FA Cup sia stata gettata al vento. Ma le recriminazioni lasciano sempre il tempo che trovano e questo i ragazzi di Moyes lo sanno. Messa da parte la delusione il calendario offre subito la possibilità del riscatto. E l’Everton risponde presente.

La gara più difficile dell’anno nel momento più delicato. Blues appena eliminati in un derby bruciante che si presentano all’Old Trafford senza Rodwell e Baines infortunati e Drenthe per le ormai note vicende. Così il gaffer s’inventa Distin terzino sinistro e Neville centrale di un centrocampo a cinque, Jelavic unica punta. Sarà perchè non ha nulla da perdere ma l’Everton molla fin da subito gli ormeggi e attacca spvaldamente la metà campo avversaria e il vantaggio giunge meritato. Minuto 33: Hibbert calibra un perfetto cross dalla destra sul quale si avventa Jelavic che s’inventa una parabola micidiale che scavalca De Gea e si deposita in rete. Per i 3,000 Toffees presenti sulle vaste tribune dell’Old Trafford è la prima di una lunga serie di emozioni. Lo United, ovviamente, non sta a guardare e si catapulta immediatamente dalle parti di Howard alla ricerca del pari, che puntualmente trova. Minuto 41: cross dalla sinistra di Nani e perfetta inzuccata del “True Blue” con palla in rete. Col risultato di parità si chiude il primo tempo.

La ripresa inzia con i padroni di casa vogliosi di accaparrarsi l’intera posta in palio. Gli ospiti tengono bene ma, in men che non si dica si ritrovano sotto di due gol. Al 57′ è Welbeck a infilare Howard con uno splendido tiro a giro e quattro minuti più tardi è Nani a concludere con un tocco morbido una splendida combinazione Nani-Carrick-Welbeck-Nani. Una realizzazione di pregiata fattura. 3-1 e tutti a casa? Neanche per idea. Questo Everton è di pasta dura e sei minuti dopo accorcia le distanze. Ancora un splendido cross di Hibbo dalla destra sul quale Fellaini si esibisce in una spettacolare girata di destro. La gioia dei tremila scousers giunti nella Greater Manchester, però, dura solo due minuti in quanto è ancora il “Tifoso dell’Everton” a ristabilire le distanze con un preciso piatto destro in corsa. La partita sembra finita e il palo colto da Evra pare suffragare questa tesi. Ma quello sceso oggi sul prato dell’Old Trafford è l’Everton delle imprese epiche che piace tanto ai tifosi e in 120 secondi acciuffa i Red Devils per il codone e non li mollerà più. All’ 83′ è l’infallibile  Jelavic con una botta al volo di destro a lasciare pietrificato De Gea; due giri di lancette dopo è Pienaar a siglare il pareggio battendo sottomisura il portiere spagnolo. Nell’occasione, da rimarcare sia l’assist di Fellaini per il sudafricano che quello di Capitan Neville, glorioso ex dell’incontro, per il centrocampista belga.

4-4. La gioia dei 3,000 può ora esplodere definitivamente. Una settimana fa eravamo a leccarci le ferite dopo l’inopinata sconfitta londinese; sette giorni dopo ad esultare per un’impresa ottenuta in condizioni estreme. L’Everton non ha vie di mezzo. E noi lo amiamo anche per questo. Pazzo Everton, amalo!

Premier League – Old Trafford, Greater Manchester, 22 aprile 2012

Manchester United – EVERTON : 4 – 4

MARCATORI : JELAVIC 33′ e 83′; Rooney 41′ e 69′; Welbeck 57′; Nani 61′; FELLAINI 67′; PIENAAR 85′.

SPETTATORI : 75,522

VideoGazzetta: i gol di ManUtd-Everton

Annunci
Contrassegnato da tag ,

8 thoughts on “L’immenso cuore blu batte ancora!

  1. dea ha detto:

    3 cose……
    – jelavic quando ce lo rubano(troppo forte)
    -sto cazzo di cuore non potevamo metterlo contro le merde sabato???!!!!!
    -total blue stupendo
    livercul e drenthe merdaaaaaaaaaaaaaaaaa……….da sempre e x sempre forza everton

    p.s…….mutt grazie x settimana scorsa(mi ha fatto immenso piacere)

    deatoffees

    • muttley74 ha detto:

      Eh, caro Dea… se avessimo giocato con questa determinazione sabato scorso, ora saremmo in procinto di disputare una finale di Coppa d’Inghilterra. Ma purtroppo così non è stato.
      Fellaini e Peanuts immensi!
      COYB!

      • marco ha detto:

        Abbiamo massacrato Moyes per la tattica nella semifinale, ma evidentemente qualcosa, anzi molto, alla squadra riesce a trasmettere perche’ sotto 4-2 all’Old Trafford ci si poteva squagliare e dargliela su invece abbiamo ancora una volta reagito.
        Anche il fatto di avere regole chiare (vedi Drenthe) e’ sicuramente visto dai giocatori come un merito, perche’ non si deve essere schiavi delle bizze di qualche coglione ( nella settimana pre-derby FA Cup per 2 volte ritardo di circa 2 ore all’allenamento).
        Ho paura che in futuro Moyes lo rimpiangeremo.
        Ciao Marco
        (

      • muttley74 ha detto:

        Il lavoro di un manager è molto ampio. Quello tattico è solo uno dei molteplici aspetti del lavoro che un gaffer svolge. E la tattica, forse, è il punto debole di Moyes, forse. Per il resto (gestione del gruppo, del mercato, delle finanze societarie) ritengo il manager di Glasgow uno dei migliori nel panorama britannico. Tanto è vero che è molto quatotato in ambienti importanti.

        saluti

  2. Anonimo ha detto:

    Credo d’aver visto la più bella partita di Premier giocata quest’anno,grande cuore,grinta e determinazione.Se si giocava cosi anche contro il Liverpool……….Grendissimi Jelavic e Fellaini.COYB!!! ‘Mariano71’.

  3. dea ha detto:

    ciao mutt sono d’accordo pienamente con te moyes e’ uomo di grande valore attaccato alla maglia all everton, ai suoi tifosi e il suo campo d azione si estende ben oltre al compito tattico che pero’ resta il suo tallone d ‘achille,e poi ragazzi diciamoci la verita’in dieci anni spesso si e’ dovuto arrabbattare con difensori ingurdabili che facevano venire la diarrea solo a vederli allacciare le scarpe e con attaccanti cosi sterili che non riuscivano nemmeno a mettere incinta romina power(che sfornava figli come il pane)…..livercul merda…….da sempre e x sempre forza everton

    deatoffees

  4. Davide ha detto:

    Grande prova di carattere da parte dei toffes !!!! immenso fella! liverpool a -2!!!!!!!

  5. Anonimo ha detto:

    Non avrei mai pensato di scriverlo ma..McFadden, ha contribuito non poco alla rimonta finale. Chi l’avrebbe mai immaginato..
    Felli mostruoso! Movimento e assist (nell’azione del pareggio) spettacolari. Indiscutibilmente Man of the Match.

    @ Muttley
    Sul sito di Skysports (UK, ovviamente), sezione video, compare un’interessante intervista a Big Dunc.
    1) Perchè Ferguson aveva sempre rifiutato di concedere interviste ai giornalisti/media. 2) Perchè ci presenta un Dunc inedito. Riflessivo, umile, autoironico e determinato a lasciarsi alle spalle tutte le cazzate commesse nel passato.
    Buttaci un occhio.
    keioc

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: