L’assedio non basta

Nel calcio ha ragione chi vince, e vince chi la butta dentro. Per una squadra come l’Everton che ha il terz’ultimo attacco della lega risulta quindi difficile trovare argomenti in sua discolpa. Soprattutto alla luce di partite come quella di oggi dove la montagna (15 corner contro 1) genera il topolino. Mercoledì di nuovo in campo.

Moyes presenta il solito 4-4-1-1 ma è costretto a rinunciare a Coleman e Rodders sostituendoli con Gueye e Neville, quest’ultimo schierato in un’innaturale posizione di centrocampista centrale al fianco di Fellaini. L’Everton comunque c’è, ed inizia fin dalle prime battute a prendere possesso della metà campo avversaria, avviando la battaglia con l’ex John Ruddy, il quale si confermerà nel pomeriggio di Goodison un portiere quasi insuperabile. Ma i Toffees che, fino a questo momento avevano dominato, vengono gelati alla prima occasione lasciata agli avversari. Siamo al 28′ quando un cross dalla trequarti di Fox perviene a Holt, circondato da quattro giocatori in maglia blu e con le spalle rivolte alla porta. L’attacante dei Canaries riesce tranquillamente a girarsi e calciare un diagonale che si deposita in fondo alla rete dopo aver toccato il palo. Un gol che una squadra con un minimo di velleità di classifica non può prendere. Fatto sta che l’Everton si trova sotto ed è costretto subito a reagire se non vuole davvero sprofondare e prima della chiusura del tempo Saha ha una grandissima occasione ma Ruddy tira fuori gli artigli dai guantoni e devia la palla in clacio d’angolo.

La ripresa inizia con Holt che si fa minaccioso. Ma è solo una fiammata. I padroni di casa riprendono l’assalto e Ruddy deve fare ancora gli straordianri, questa volta per salvare su Osman. Moyes manda in campo Straqualursi al posto di Cahill (a 48 ore dall’anno solare senza gol) e Drenthe. Con “Royston Ricky” le azioni dei Blues si velocizzano e dai suoi piedi nasce il pareggio; sul tiro dell’olandese, “Re Leon” Osman spizzica il pallone quanto basta per levarlo dalle mani protese di Ruddy e farlo terminare in rete. Mancano nove minuti, l’assalto diventa assedio. Saha, Drenthe, il giovane McAleny: Ruddy calamita qualsiasi oggetto capiti dalle sue parti e dove non arriva lui ci pensa il difensore Martin a salvare sulla linea.  Fine.

Non si segna e non si vince neanche questa volta. Ci sarebbe da ridere se non ci fosse da piangere buttando l’occhio alla classifica. Perchè la situazione dell’Everton è grave ma non è seria.

Premier League – Goodison Park, Merseyside, 17 dicembre 2011

EVERTON – Norwich City : 1 – 1

MARCATORI : Holt  28′; Osman 81′.

SPETTATORI : 31,004

Annunci
Contrassegnato da tag ,

15 thoughts on “L’assedio non basta

  1. Mariano71 ha detto:

    Tanto cuore e tante occasione da gol create,però il pareggio ci va stretto.Sempre reattivi Osman,Fellaini e Saha,grande partita di Drenthe,papera della difesa sul gol di Holt.SEMPRE FORZA EVERTON!!!

  2. deatoffees ha detto:

    dai ma che cazzo di gol abbiamo preso eravamo 6 contro 1 in area non esiste,abbiamo creato molto ma se non hai un attacante non dico di livello ma almeno decente non segni mai……da sempre e x sempre forza everton

    deatoffees

  3. muttley74 ha detto:

    Sì, abbiamo subìto un gol da comiche. Oggi nulla (se non il golletto del pari) è andato bene. Noi sempre, costantemente proiettati in avanti, e loro con un tiro hanno segnato il gol sul quale hanno vivacchiato per tutto il secondo tempo.
    Certo, questo Everton ha dei limiti evidenti e se non si vincono queste pertite mi chiedo quali si potranno mai vincere…
    COYB!

  4. Anonimo ha detto:

    la risposta e’ semplice mutt,non ne vinceremo una,giochiamo sempre con gli stessi 13/14 giocatori abbiamo una rosa ridotta all’osso e poca,pochissima qualita’ sopratutto davanti dove fa la differenza.ora arriva il tour de force natalizio come faremo?ogni partita abbiamo una scusa buona,oggi gol ridicolo loro ieri eurogol di van persie ecc….ho i coglioni mega girati.da sempre e x sempre forza everton

    deatoffees

    • Anonimo ha detto:

      Tutto vero Dea. Il problema è che, finchè Gollum persisterà con il 4-5-1, e continuerà a selezionare “bolliti” del calibro di: Cahill, Saha e Neville i risultati..saranno sempre questi.
      Phil Neville “regista” di centrocampo poi…Sant’Iddio che ridicolo!!!!!
      keioc

  5. Mariano71 ha detto:

    Questo Everton più di cosi non può fare è inutile,qui bisogna resettare tutto,a partire dal Presidente.COYB!!!

  6. deatoffees ha detto:

    ciao keioc(un abbraccio) ora arrivano 4 partite ravvicinate con la nostra rosa rischiamo veramente di ritrovarci in fondo alla classifica,il rinforzo di gennaio di punta va bene ma serve qualcosa in piu’ anche a metacampo.abbiamo un po’ di corsa e fisicita’(diciamo cosi)ma come fantasia se non inventa qualcosina drenthe(che non e’ un fantasista)non arriva una palla pulita x il resto credo che potremmo parlare tutta sera dei mille problemi di questa squadra.da sempre e x sempre forza everton

    deatoffees

  7. muttley74 ha detto:

    Dai, almeno la Dea ha strappato un punto a Firenze (così imparano a essere gemellati con la redshite 😉 ).

    Ben ritrovato a Keioc, anche in una nuova veste la passione rimane sempre la stessa (purtroppo anche l’Everton).
    COYB!

    • Anonimo ha detto:

      Perdonami Mutt, mi ero completamente dimenticato di salutarti. Auguri x il nuovo blog!
      keioc

      • muttley74 ha detto:

        Di nulla Keioc. Per una settimana il redirect automatico da Splinder a WordPress ha funzionato poi si è inceppato. Magari qualcuno si è perso momentaneamente nel multimediale. Grazie, per gli auguri. Piuttosto speriamo che questa nuova veste porti fortuna ai Toffees!

        @ Dea:
        mi sono permesso di modificare leggeremente il tuo post. Siamo tutti tifosi dell’Everton indipendentemente dalla squadra italiana per la quale si tifi. 😉

  8. deatoffees ha detto:

    mutt, il pareggio della viola al novantesimo ha dato il colpo do grazie a sta’ giornata sportiva di merda……speriamo la dea si salvi….da sempre e x sempre forza everton

    deatoffees

  9. Anonimo ha detto:

    Spero che il signor Moyes per gennaio non si occupi di cercare solamente un attaccante, che ok, è la prima priorità, ma anche un buon centrocampista centrale per imposti il gioco, mi piacerebbe Gibson dello United. Per l’attaccante si parla di Jelavic o di Bobby Zamora, mi piacciono.

    Per la prestazione di ieri, mancava la velocità. Senza Coleman, si è visto il cambio di passo con l’ingresso di Drenthe, che ha ormai la valenza di un predicatore nel deserto. Non l’avrei mai detto, ma buono anche El Traca Stracqualursi, decisivo nelle palle alte, e bravo nel far salire la squadra, anche se leeeeeento nel decidere di tirare.

    Poi non so voi, ma a me McAleny piace proprio, diamogli fiducia.

    Bocciati totalmente Neville interno di centrocampo, il fantasma di Saha e Cahill, io Timmy lo amo calcisticamente alla follia ma ha avuto un’involuzione paurosa, secondo me gli farebbe bene un pò di panchina, o perchè no tornare al vecchio ruolo di centrocampista, sempre meglio di Neville.

    E se ieri segnava Hibbert……. “If Hibbo scores, we riot”

    Mercoledì infrasettimanale in casa con lo Swansea, rischia di essere una fotocopia di ieri.

    COYB

    Paolo

  10. muttley74 ha detto:

    Concordo totalmente con te, Paolo. Nell’ultimo anno le cessioni di Pienaar e Arteta hanno diminuito notevolmente il tasso tecnico della squadra, il cui gioco risulta ora totalmente piatto.
    Puoi fare anche un centrocampo muscolare (Rodders-Fellaini) ma devi avere un trequartista di qualità. E a noi manca anche quello. Staremo a vedere se la befana Kenwright ci porterà un po’ di toffees o il solito carbone.
    COYB!

  11. Da ha detto:

    Anch’io sono d’accordo con Paolo. Mi piacerebbe vedere questa squadra con un regista classico a centrocampo. Speriamo che ne acquisteremo uno entro la chiusura del mercato.

    COYB!!

    Da

  12. deatoffees ha detto:

    mutt il mio insulto era x il gemellaggio…….da sempre e x sempre forza everton

    deatoffees

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: